Seleziona una pagina
Trapianto capelli vip Rooney

Il trapianto di capelli per vip…e non solo!

Nell’immaginario collettivo, una folta chioma ha sempre rappresentato un ideale di bellezza, tanto che numerosi VIP ricorrono sempre più spesso al trapianto di capelli. Questa ossessione per i capelli non è una novità, al contrario, è uno standard estetico così radicato che oramai è diventato un vero e proprio elemento culturale.

In questo articolo vedremo gli esempi di alcuni trapianti di capelli da VIP, in particolare del trattamento prescelto e dei loro risultati

Il problema della calvizie in Italia

La calvizie è un problema grave, dal punto di vista estetico, ma altamente diffuso: ne soffre quasi il 50% della popolazione maschile italiana; attori, cantanti, calciatori e personaggi famosi in generale compresi.

Eppure, nonostante il problema possa essere considerato appunto “normale”, al pari di altri inestetismi, un certo alone d’imbarazzo circonda il ricorso alle soluzioni più efficaci che permetterebbero di risolverlo alla radice.

Un vero peccato, visti gli enormi benefici che si traggono: il nostro look non solo influenza il modo in cui ci poniamo nei confronti degli altri, ma anche nei confronti di noi stessi.

Quando siamo soddisfatti del nostro aspetto, anche la nostra autostima ne beneficia e, con essa, le nostre prestazioni nel mondo del lavoro e nella vita.

La perdita dei capelli, i rimedi dei Vip

Il trapianto di capelli è certamente la tecnica più efficace e sicura per rimediare al problema della calvizie. I personaggi del mondo dello spettacolo, sempre in prima linea di fronte alle telecamere, lo sanno bene.
Per questo, grazie al loro intervento pubblico, la cappa di imbarazzo che avvolge questa pratica si sta lentamente sciogliendo e la pratica viene cosí sdoganata.

Un esempio magistrale è quello dato dal “miracolo del football” Wayne Rooney che nel 2011 si sottopose all’intervento di trapianto di capelli con tecnica FUE, annunciandolo pubblicamente su Twitter ai suoi ammiratori.
Il calciatore, che all’età di 25 anni era già quasi calvo, si definì soddisfatto dei risultati e ringraziò le migliaia di persone che supportarono pubblicamente la sua scelta.

Autotrapianto: esempi famosi

Rooney è solamente uno tra i tanti volti noti che hanno fatto ricorso a questa pratica.

In Italia, uno dei casi più noti è sicuramente quello dei capelli di Silvio Berlusconi, il nostro ex premier. Durante tutta la sua carriera, “il Cavaliere” si è sottoposto a numerosi, piccoli interventi quasi annuali, con lo scopo di ricostruire nella maniera meno vistosa possibile il suo cuoio capelluto.

Ad incastrare il VIP, le foto e gli avvistamenti che hanno spinto in un secondo momento il politico ad abbandonare il tentativo di mascherare la sua visita alla clinica.

L’ultimo intervento noto, praticato con la tecnica FUT, prelevò una striscia di tessuto lunga 25 cm e spessa 1,5. Quasi 3000 bulbi innestati e una cicatrice facilmente guaribile e poco visibile.

Il caso Beckham

Non tutti però sono felici di pubblicizzare il proprio ricorso alla chirurgia. David Beckham, icona dello stile maschile e soprattutto altro grande calciatore, incontrò anche lui problemi con il proprio look.

Guardando le foto è facile distinguere il “prima e dopo” del trapianto di capelli. Il VIP, però, ha sempre negato o comunque non confermato il suo ricorso all’intervento.

Eppure le sue acconciature sono tornate a dettare lo stile e la moda di molti giovani. I suoi capelli si sono enormemente rinfoltiti grazie, probabilmente, a quello che è stato un vero trapianto di capelli da vip.

Un ricorso alla chirurgia che è passato relativamente inosservato, ma in realtá il vip puó aver trapiantato tra i 2000 o 3000 innesti!

Altri Vip sottoposti all’autotrapianto

Come già accennato, moltissimi uomini sono soggetti a questo problema, che non risparmia neppure gli attori e i cantanti, che per lungo tempo hanno saputo rubare i cuori di una moltitudine di ammiratrici.

Parliamo dei nomi di Hollywood e non solo: Matthew McConaughey, Kevin Costner, Robbie Williams e John Travolta.

Nel caso dei capelli di Matthew McConaughey, l’intervento è stato piuttosto mirato e poco invasivo, strutturato per ricostruire la linea della fronte che mostrava stempiature marcate. L’intervento, complessivamente sarà stato della portata di appena un migliaio di “grafts”.

Kevin, anche lui, si è sottoposto ad un intervento di piccole dimensioni. L’idea era quella di ridare corpo ad una chioma asciutta e rada senza però aspirare a ritrovare il bel volume della giovinezza. Una soluzione piuttosto sobria e adeguata all’età dell’attore.

Per i suoi capelli, Robbie Williams ha preferito dedicarsi a dei semplici innesti, mirati ad aggiungere volume su una capigliatura ancora forte, ma provata dall’età.

Emblematico è l’esempio di John Travolta, il quale si è sottoposto a diversi trattamenti di trapianto di capelli per risolvere il suo problema di calvizie, che deve essere una questione particolarmente delicata per un attore diventato famoso grazie al suo ciuffo anni 80.

Nel complesso, l’approccio dei VIP al trapianto di capelli dimostra come sia possibile adattare questo intervento ad ogni esigenza mantenendo comunque un certo riserbo. In molti comunque, terminato il periodo di guarigione, hanno ammesso il loro ricorso alla chirurgia.

Che trapianto scelgono i VIP?

Le tecniche utilizzate variano enormemente a seconda delle caratteristiche del paziente, dell’intervento e dell’abilità e dei mezzi del chirurgo.

Uno specialista è in grado di adoperare al meglio entrambi gli approcci generalmente adottati per questa operazione: la tecnica FUT e la tecnica FUE.

Queste due modalità differiscono nei modi con cui vengono prelevati e innestati i bulbi durante il trapianto.

La tecnica FUT, un po’ più antiquata, rimuove intere strisce di tessuto in misura della quantità di bulbi richiesta; nel trapianto di capelli con la tecnica fue vengono rimossi esclusivamente solo i bulbi scelti, che vengono prelevati singolarmente dalla zona donatrice e innestati singolarmente anch’essi.

Qualsiasi sia la tecnica adoperata, i risultati saranno visibili tra i 6 e i 12 mesi, superati i quali, i capelli innestati riprenderanno con i loro ritmi di crescita naturale.

Trapianto capelli vip Travolta

VIP: meglio FUE o FUT?

I vantaggi e gli svantaggi di ogni tecnica sono relativi, il recupero e il periodo post trapianto della tecnica FUE è piú breve e meno complicato. In particolare dopo un trapianto con la tecnica fue compaiono delle crosticine che spariscono senza lasciare alcuna cicatrice.

Al contrario, dopo l’applicazione della tecnica fut, rimane una cicatrice visibile a occhio nudo, che talvolta risulta difficile da nascondere.

La tecnica fue diventa allora il mezzo con cui andare a riparare i danni della tecnica fut, in particolare andando a coprire la cicatrice del trapianto capelli con l´altra tecnica.

La scelta è comunque del tutto soggettiva e dipende in gran parte da una molteplicità di fattori. Il trapianto che viene prescelto nella maggior parte dei casi è, peró, quello effettuato con la tecnica fue, grazie alla quale si ottengono dei grandi risultati e senza la necessitá di lasciare delle cicatrici nella zona donatrice.

I Risultati del trapianto di capelli

Come dimostrano le foto, il trapianto di capelli per i vip rappresenta una soluzione perfetta per le loro esigenze.

L’intervento, tuttavia, non è destinato solo a un pubblico ristretto: i benefici sono alla portata di tutti coloro che sentono il bisogno di migliorare la propria immagine e di presentarsi sempre al meglio.

La Turchia, in particolare, è un paese che si è distinto negli ultimi anni per aver incoraggiato lo sviluppo del settore del trapianto di capelli. Il costo della vita, quindi di materiale e salari, è inferiore e di conseguenza, lo è anche il prezzo del trapianto in sé.

Ció permette non solo ai vip, ma anche a coloro con un budget piú limitato di poter ricorrere alla chirurgia, ottenendo peró un intervento di trapianto di capelli da vip.

L’operazione inoltre può essere ripetuta con una certa frequenza, non deve necessariamente operare su grandi volumi di capelli e non implica obbligatoriamente la rasatura: questi sono i trucchi che vengono adoperati nel trapianto di capelli VIP per ottenere ottimi risultati senza che nessuno se ne accorga.

Condividi questo articolo