Seleziona una pagina
dottori visitano un paziente con la psoriasi del cuoio capelluto

Psoriasi del cuoio capelluto: che cos’è e come si contrasta?

La psoriasi del cuoio capelluto è una malattia sconosciuta a parecchi italiani, ma sono moltissimi a soffrirne. È un disturbo cronico e non curabile, ma ci sono numerosi rimedi per alleviare gli effetti e controllare la comparsa dei sintomi. In questo articolo Le riveleremo 5 mosse per combattere o tenere sotto controllo la psoriasi del cuoio capelluto: dai rimedi naturali alle nuove cure.

1. Come riconoscere la psoriasi del cuoio capelluto?

La psoriasi del cuoio capelluto è un’infiammazione cronica della pelle che interessa uomini e donne in egual misura. La tipologia di psoriasi più comune che attacca il cuoio capelluto è la psoriasi a placche (80% dei casi). Essa presenta i seguenti sintomi:

  • grandi chiazze arrossate sulla pelle;
  • desquamazione: sopra la zona arrossata si formano delle grandi squame di colore bianco, simili a un accumulo di forfora;
  • sanguinamento: se si grattano via le squame, si creano delle piccole perdite di sangue puntiformi, che corrispondono al capillare presente in quel punto della cute.
    bruciore, prurito e senso di tensione.

La psoriasi del cuoio capelluto si manifesta con la comparsa di macchie eritematose di forma tondeggiante e di colore rosso, ispessimento della cute, che appare ricoperta da scaglie biancastre. La perdita di queste squame sulla cute è concentrata nelle zone della nuca, dietro le orecchie e sulla parte frontale; ma la psoriasi può interessare tutto il corpo.

Si tratta di una psoriasi del cuoio capelluto o di dermatite seborroica?

Le due patologie si presentano con la stessa sintomatologia ma ci sono delle differenze.

Per la dermatite seborroica, le squame sono di colore giallastro, non bianco, e non si prova prurito come per la psoriasi, ma un vero e proprio dolore.

Per questo motivo è fondamentale rivolgersi a un esperto per avere una diagnosi chiara. Inoltre, il medico specialista saprà prescrivere la terapia più efficace e consigliare anche i rimedi naturali più adatti per alleviare il dolore e il forte prurito spesso legato alla psoriasi del cuoio capelluto.

2. Come prevenire la psoriasi del cuoio capelluto?

uomo soffre di caduta dei capelli a causa della psoriasi del cuoio capelluto

La psoriasi del cuoio capelluto può presentarsi per la prima volta tra i 20 e i 30 anni, anche se in alcuni casi i sintomi possono comparire anche dopo i 50 anni.

Ben il 30% di coloro che ne soffrono, dichiara di avere episodi di tale malattia in famiglia. Questo disturbo, infatti, ha origini genetiche, ma ciò non significa che, in caso casi pregressi di psoriasi in famiglia, la patologia si debba necessariamente manifestare in un soggetto sano.

La psoriasi rimane latente fino a che non viene scatenata per la prima volta da uno di questi fattori:

  • infezioni di vario tipo, come tonsillite o faringite;
  • forti scottature solari;
  • fumo e abuso di alcol;
  • un’errata assunzione di farmaci;
  • Stress psichico.

La prevenzione è la prima cura: cercare di tenere sotto controllo questi fattori può essere un primo rimedio contro questo disturbo, soprattutto se ci sono altri casi in famiglia.
La psoriasi è una malattia cronica, quindi non si può curare, ma si può imparare a controllare i suoi sintomi. La malattia è sempre presente, ma vi sono delle fasi di acutizzazione dei sintomi dovute ai fattori nominati in precedenza.

Se la psoriasi si è già manifestata, imparare a controllare questi fattori e a prevedere l’effetto sulla pelle è un ottimo metodo di prevenzione e di gestione della malattia.

3. Come contrastare il prurito dovuto a psoriasi del cuoio capelluto?

Vi sono numerosi rimedi naturali che aiutano a diminuire il prurito dovuto dalla psoriasi del cuoio capelluto. Ecco alcune terapie naturali molto semplici, ma che necessitano sempre dell’approvazione del dermatologo.

  • Gel di Aloe vera: questa forza della natura allevia la sensazione di prurito della pelle, oltre ad avere un effetto antinfiammatorio e moltissimi benefici anche sui capelli.(articolo aloe vera)
    Per lenire il fastidio, basterà applicare per 20 minuti una maschera a base di 4 cucchiai di gel di aloe vera, un cucchiaio di olio di jojoba, 2 gocce di malaleuca e 4 di olio di lavanda.
  • Olii essenziali, come quello di jojoba, macadamia o di mandorle, svolgono un’azione antinfiammatoria e protettiva della pelle. Una volta applicati sul cuoio capelluto, sono in grado di detergerlo e di diminuire la sensazione di prurito. ·
  • Calendula grazie alle sue proprietà emollienti e antinfiammatorie, applicata sulla testa fa alleviare il gonfiore e il prurito

 4. Contrastare la psoriasi con nuove cure

psoriasi cuoio capelluto, le nuove cure

Per combattere la psoriasi cuoio capelluto, la ricerca sta sviluppando nuove cure sempre più efficaci. Uno degli ultimi rimedi è il farmaco brodalumab. che sta già riscuotendo un grande successo.

Questo medicinale ha un effetto antinfiammatorio già a partire dalla prima settimana dopo l’iniezione del farmaco. Le cellule affette da psoriasi non ricevono il segnale dell’infiammazione e di conseguenza non reagiscono con arrossamenti o desquamazione.

Il dermatologo può prescrivere anche rimedi più tradizionali contro la psoriasi come i farmaci cortisonici, l’acido salicilico e i derivati dalla vitamina A e D.

5. Cosa fare in caso di alopecia?

Gli esperti di Bio Hair Clinic lo confermano: la psoriasi non causa la caduta di capelli. Questo disturbo della pelle agisce a livello superficiale del cuoio capelluto, senza andare a intaccare lo strato inferiore, dove sono presenti i bulbi capillari.

Psoriasi e alopecia condividono però alcune delle cause scatenanti. Inoltre, la psoriasi combinata a una perdita di capelli in atto potrebbe peggiorare ulteriormente la condizione del cuoio capelluto e dei capelli.

Il rimedio più efficace contro la caduta dei capelli è il trapianto di capelli con la tecnica FUE, che prevede l’estrazione dei capelli da una zona donatrice e l’innesto nella zona calva.

Il trapianto di capelli è compatibile anche con la psoriasi?

Non vi è purtroppo una risposta univoca. Dopo un’analisi da parte del nostro team di esperti e del nostro specialista di trapianto di capelli, il Dr Ibrahim, si può stabilire se il trapianto di capelli può essere eseguito in sicurezza.

La psoriasi del cuoio capelluto: è possibile tenerla sotto controllo!

La psoriasi del cuoio capelluto è un disturbo comune. Sebbene sia una malattia cronica, non bisogna abbattersi, in quanto è possibile tenerla sotto controllo e limitare gli effetti negativi.

Nel caso in cui si verificasse anche la perdita dei capelli, i nostri esperti della Clinica di BioHair sapranno dare il consiglio giusto per la Sua situazione. Il Dr Ibrahim e il suo team si impegnano sempre al massimo per soddisfare le esigenze dei pazienti e donare loro non solo dei nuovi capelli, ma anche un nuovo approccio alla vita. Combattere la calvizie è possibile!

Calcolare gratuitamente e senza impegno i bulbi necessari a un trapianto di capelli non è mai stato così facile. Si assicuri oggi un consulto gratuito coi nostri specialisti.

Condividi questo articolo